Tutte le migliori fashion boutique in un unico sito | Spedizione gratuita per acquisti superiori a 50€
-15% EXTRA sulla svendita con EXTRA15
Carrello 0

Il tuo carrello e' vuoto

Menu
SPEDIZIONE GRATUITA PER ACQUISTI SUPERIORI A 50€

CONSEGNA GRATUITA PER GLI ORDINI SOPRA I 50€

RESO GRATUITO ENTRO 14 GIORNI

Indietro

Jil Sander

Jil Sander è una casa di moda fondata dall'omonima stilista tedesca, nota per il suo stile minimalista ed elegante. “Less is more” è il motto di Jil Sander, che ha fatto dei dettagli essenziali, dei tagli rigorosi e dei colori neutri il suo marchio di fabbrica, contrapponendosi al trend degli eccessi degli anni '80.

La storia del brand

Heidemarie Jiline Sander nasce nel 1943 a Wesselburen, in Germania. Dopo essersi laureata in Ingegneria tessile presso la Krefeld School of Textiles nel 1963, si trasferisce a Los Angeles e inizia a lavorare come fashion editor per la rivista McCalls. A causa dell'inaspettata morte del padre, nel 1968, Jil Sander torna ad Amburgo e apre la sua prima boutique, dove accanto ai modelli di Thierry Mugler e Sonia Rykiel, vende anche le sue prime creazioni, realizzate con la macchina da cucire della madre. Nel 1973 fonda la casa di moda Jil Sander e lancia la sua prima collezione, composta da pantaloni sartoriali e camicie bianche. Emergono fin da subito le caratteristiche distintive del suo stile, che la designer stessa definisce “forte e puro”: tagli rigorosi e puliti, tessuti pregiati e colori neutri. Qualche anno dopo lancia Jil Sander cosmetics e poi le fragranze femminili e maschili. Nel 1997, presenta la prima collezione maschile. Nel 1999, il Gruppo Prada acquisisce il 75% dell’azienda e, appena sei mesi dopo, Jil Sander lascia la sua casa di moda a causa di dissidi con il nuovo Ceo Patrizio Bertelli. Viene richiamata alla direzione creativa del marchio nel 2003, ma un anno dopo lascia nuovamente la griffe e al suo posto viene chiamato il belga Raf Simons, nel 2005. Dopo un breve ritorno di Jil Sander nel 2012, la direzione artistica del marchio passa allo stilista Rodolfo Paglialunga. Dal 2017 i coniugi Lucie e Luke Meier hanno ripreso le redini della maison riportandola al successo grazie al loro stile contemporaneo.

Less is more

Jil Sander è stata definita l'Armani tedesca per il suo stile minimalista ed essenziale. Fin dagli esordi, il suo desiderio era quello di creare abiti che seguissero la linearità del corpo, anziché ricoprirlo di decorazioni, allontanandosi così dagli stili sontuosi e sfarzosi tipici degli anni '80. Le sue creazioni si rivolgono ad una donna in carriera, forte e indipendente, che ricerca un'eleganza sobria e intellettuale, senza frivolezze, ma che non vuole rinunciare ad essere femminile e seducente. La stilista tedesca è stata tra le prime a proporre abiti da donna dal taglio maschile, che pur essendo caratterizzati da linee essenziali e rigorose, forme pure e colori neutri, lasciano trasparire femminilità ed eleganza. Il minimalismo di Jil Sander non è sinonimo di stile freddo e noioso; al contrario, la designer decide di eliminare ciò che è superfluo per lasciare spazio alla qualità dei suoi capi.

La moda firmata Jil Sander

Jil Sander è nota per la sua sartoria raffinata e per la sua estetica minimalista, priva di superflui eccentricismi. Il suo stile è inconfondibile, con i suoi tagli basici e puliti, i volumi generosi e l'assenza di stampe. Pur essendo essenziali, le sue creazioni sono piene di dettagli: le spalline sono naturali, ma le maniche sono ampie, le linee sono fluide. Camicie bianche, tuniche ad anfora, gonne dritte o leggermente svasate fino al ginocchio, soprabiti senza collo arricchiti da maxi tasche. Il minimalismo è presente anche nei colori, con una palette chic di bianco, blu, bordeaux, nero e grigio.

filtro

864 risultati

  • 1
  • 2
  • 9

Pagina 1 di 9

Prossima
  • 1
  • 2
  • 9

Pagina 1 di 9